GenovaSuperba WebTV | Quartieri > Centro

Genova Superba - Quartiere Centro Quello che adesso è il centro cittadino di Genova, che si estende da piazza da Ferrari alla stazione Brignole, è in realtà diviso in 2 'sestieri' storici: Portoria Il nome deriva dalla porta presente nelle mura del B...

Centro

Genova Superba - Quartiere Centro

Quello che adesso è il centro cittadino di Genova, che si estende da piazza da Ferrari alla stazione Brignole, è in realtà diviso in 2 'sestieri' storici:

Portoria

Il nome deriva dalla porta presente nelle mura del Barbarossa, detta Porta Aurea o Porta d'Oria (perchè sul limitare delle proprietà della famiglia Doria). Comprende la parte alta di via XX Settembre da piazza De Ferrari fino al Ponte Monumentale e Piccapietra.

Storicamente questo era un quartiere popolare, sede di numerose corporazioni di mestieri e artigiani, in esso erano presenti due centri opedalieri ormai scomparsi: Pammatone fondato da Bartolomeo Bosco e degli Incurabili fondato da Ettore Vernazza. Originariamente e fino al III secolo a.C. la zona era occupata da una vasta necropoli etrusca.

Centro - Il Balilla

Nel 1746 nacque qui la rivolta di Balilla, sollevazione dei genovesi contro l'esercito austro-piemontese.

Centro - Piazza Dante Centro - Piazza de Ferrari

Con la realizzazione di via XX Settembre a fine Ottocento venne modificato completamente la natura e l'aspetto del quartiere in cui oggi si mescolano lo style liberty e lo stile razionalista.

Fra i moin de Piccaprïa che fan stramûo

ghe n’ëa de casa donde son nasciûo

ghe son passòu pe caxo stamattin

ma forse o chêu o guidava o mae cammin

chi l’é de Zena ou sa perché ‘n magon

o m’ha impedïo de dî quest’orassion

Piccon dagghe cianin

mi son nasciûo chi sotta ‘sto camin

son muage che m’han visto co-o röbin

arreguelâme in gïo co-o careghin

Centro - Portoria

San Vincenzo

Il nome deriva dalla omonima chiesa oggi sconsacrata. Anticamente era un borgo esterno alle mura cittadine chiamato "Borgo Bisagno" costituito dalla case allineate lungo la strada medioevale che uscendo dalla città si dirigeva a levante superando il Bisagno al ponte di S. Agata nei pressi del "Borgo degli Incrociati" e da una zona pianeggiante a destinzaione agricola , detta Abrara.

Via San Vincenzo era l'ultimo tratto della via di Porta Romana, una delle vie più antiche di Genova, e ancora oggi ha mantenuto qualche piccolo scorcio dell'antico aspetto.

Centro - Via San Vincenzo

Non subì molte variazioni fino all'Ottocento, quando venne costruito il manicomino nella attuale via Cesarea, presto distrutto per far posto alla nuova via XX Settembre.

Nei primi due decenni del Novecento venne completata l'urbanizzazione della zona di Abrara con la scomparsa della zona gricola e la realizzazione di un quartiere residenziale e commerciale.

Centro - Piazza della Vittoria

Il Ponte Monumentale fu costruito a fine Ottocento in sostituzione della porta delgi Archi, smontata e spostata. Negli stesi anni venne costruito il "Mercato Orientale", progettato per dare una sede stabile alla vendita dei prodotti agricoli provenienti dalla Val Bisagno.

Centro - Mercato Orientale Centro - Via XX Settembre

In questa categoria:

Video più recenti

Cerca all'interno di questa categoria: Cerca | Reset
Powered by WebTV Solutions